"Convenzione di Istanbul"

“La Convenzione di Istanbul e la lotta contro la violenza sulle donne”
Con la legge 27 giugno 2013, n. 77 il Parlamento Italiano ha autorizzato la ratifica della Convenzione del Consiglio d'Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica, fatta ad Istanbul l'11 maggio 2011.
Camera dei Deputati - informazioni aggiornate a mercoledì, 17 settembre 2014

 

Ratificata anche in Italia l’entrata in vigore della Convenzione di Istanbul promossa a Maggio del 2011 dal Consiglio d’Europa.
La Convenzione è il primo strumento internazionale giuridicamente vincolante per la creazione di un quadro normativo di tutela contro ogni forma di violenza domestica e di genere.
Rappresenta una tappa fondamentale per la tutela dei diritti umani e sarebbe riduttivo considerarlo solo uno strumento giuridico, unico ed innovativo in quanto rappresenta la base di un progetto per la società futura in cui la violenza contro le donne non sarà più giustificata ma impedita, combattuta e punita .

La Convenzione firmata da 36 Stati membri del Consiglio d’Europa è stata ad oggi ratificata solo da 14 Stati dell’Unione. Quello che ancora manca è l’attuazione di un piano di azione già previsto dall’art.7 della Convenzione in cui si chiede agli Stati l’adozione di politiche nazionali.
In Italia, i provvedimenti adottati riguardano la legge sullo stalking e il decreto contro il femminicidio tasselli fondamentali per tradurre le norme in azioni concrete.