“Perché la nostra Università sia migliore”

 Il Comitato Unico di Garanzia è il nuovo organo posto a vigilanza delle pari opportunità, della valorizzazione del benessere di chi studia e lavora e contro le discriminazioni.

E’ un organo di estrema importanza, uno straordinario strumento operativo della politica europea per favorire l’attuazione dei principi di parità e pari opportunità tra tutti, volto al miglioramento della qualità della vita lavorativa e della qualità del “vivere l’università” da parte degli studenti.

Il CUG si avvarrà, per il raggiungimento delle sue finalità, di strumenti quali le “indagini conoscitive”, che consentono il coinvolgimento dell’intera comunità accademica su tematiche generali riguardanti il tema delle pari opportunità favorendo, inoltre, l’acquisizione di una conoscenza reale dello stato di benessere organizzativo e della qualità della vita nel luogo di lavoro e di studio. Utilizzando tutte le informazioni ed i suggerimenti raccolti il CUG predisporrà e realizzerà “piani di azioni positive”, mirati a perseguire quegli obiettivi di pari opportunità e soprattutto, di valorizzazione delle differenze, considerate come un potente fattore di qualità.

Le azioni positive sono misure “temporanee speciali”, che in deroga al principio di uguaglianza mirano a rimuovere ostacoli alla piena ed effettiva parità ed opportunità tra i generi.
Sono “speciali”in quanto non generali, ma specifiche, perché intervengono in un determinato contesto per eliminare ogni forma di discriminazione, sia diretta che indiretta e “temporanee”, in quanto necessarie finché si rileva una disparità di trattamento tra uomini e donne.


Quindi per lo sviluppo di nuove politiche dei cicli e dei tempi di vita, di lavoro e di studio è necessario che il CUG non sia uno statico organismo burocratico .

Per fa si che diventi invece un luogo di attenzione verso diritti, garanzie, benessere, connessione tra cultura accademica e cultura del territorio, sarebbe auspicabile un coinvolgimento quanto più diffuso possibile da parte di tutti i potenziali utenti in modo da renderlo più vicino possibile alle esigenze di tutti e quanto più lontano possibile da inutili vincoli burocratici.
Il comitato assicura la completa apertura nell’accogliere qualsiasi istanza propositiva.